Specie

Sorbus torminalis

Famiglia

Rosaceae

Nome popolare

Ciavardello

Sorbus torminalis (L.) Crantz


Il nome del Genere deriva direttamente dal latino “sorbus” che indicava già allora il sorbo, ma più probabilmente si riferiva a S.domestica.
Il termine torminalis in latino significa “antispastico, usato nel trattamento della colite”.
Visto il nome dato alla specie, appare evidente che in passato la pianta doveva essere reputata efficace per quest’uso terapeutico, ma non è stato trovato alcun riscontro in bibliografia.
E’ albero dalle bellissime foglie, che in autunno divengono rosse con riflessi porpora e arancio, il suo legno è molto pregiato e i piccoli frutti bruni sono eduli a maturità.

Diffuso in tutta Italia nei boschi di latifoglie, soprattutto querceti, da 0 a 800 m di altitudine.

Albero deciduo, in genere di modeste dimensioni (6-7 m), ma può raggiungere anche i 15-20 m. I rami giovani sono bruno-lucenti, le foglie hanno una forma ovale, ma con margini profondamente incisi in 7 lobi dentellati. La pagina superiore è verde abbastanza lucente, mentre quella inferiore è dapprima pubescente e in estate glabra. I fiori sono riuniti in infiorescenze rade, hanno 5 petali bianchi. I frutti sono piccoli (1-1,5 cm), color bruno cuoio, punteggiati di lenticelle e dotati di un lungo peduncolo.

Nel Parco
Non è presente allo stato spontaneo, gli esemplari del Viale sono stati piantati e provengono da un bosco poco lontano.

Periodo di fioritura: aprile-maggio