Specie

Lathyrus sylvestris

Famiglia

Leguminosae

Nome popolare

Cicerchione

Lathyrus sylvestris L.


Dal greco “lathuros”, nome che indicava queste piante, anche se con ogni probabilità non solo questa. Il nome della Specie significa “selvatico” o anche “dei boschi”.
E’ un genere ricco di specie e polimorfo, quindi esiste una certa difficoltà nell’identificazione.
La nostra specie è in effetti molto simile a L. latifolius L., da cui si distingue principalmente per le foglie più strette.

Cresce in tutta Italia, tranne che in Sardegna, da 0 a 1500 m, nei terreni calcarei, soprattutto ai bordi delle strade, lungo le siepi, nei boschi radi e soleggiati.

E’ una pianta erbacea perenne, con un fusto volubile e strisciante, lungo da 50 cm fino anche a 1,5 m, appiattito, con due ali opposte.
Le foglie sono composte da un unico paio di foglioline, piuttosto strette, munite di un viticcio (cirro) finale che permette alla pianta di arrampicarsi.
L’infiorescenza nasce alla base della foglia ed è portata da un lungo picciolo che all’apice ha 5-15 fiori tipicamente papilionacei di color rosa intenso con venature porporine, belli e allegri.
Il frutto è un legume lungo 4-7 cm, che contiene i semi in tutto simili a piccoli piselli bruni.

Nel Parco
E’ comune: i suoi fiori appariscenti, sono tra i pochi che fioriscono abbondantemente anche con il gran caldo dell’estate.

Periodo di fioritura: maggio - agosto