Specie

Urospermum dalechampii

Famiglia

Asteraceae

Nome popolare

Boccione maggiore

Urospermum dalechampii (L.) Scop. ex F. W. Schmidt


Il nome del Genere deriva dal latino “uro” che significa “brucio” e “spermum” che significa “seme”: semi bruciati, in poche parole, a causa del colore nero degli acheni.
Il nome della specie è in onore di Jacques Daléchamps, vissuto tra il 1513 e il 1588 a Lione, chirurgo, fisico e botanico, che scrisse la "Historia Generalis Plantarum" in diciotto volumi.
Le foglie giovani primaverili possono essere utilizzate crude in insalate miste, ma bisogna tener presente che hanno un gusto piuttosto amaro.
Il colore dei fiori è un bellissimo giallo limone o giallo zolfo e i fiori periferici possono avere striature rosse nella parte inferiore.
Non è colore frequente tra le Composite, che sono più spesso giallo uovo: per questa particolare sfumatura di giallo e per il grosso boccio del fiore è pianta che si riconosce facilmente.

In Italia è diffuso soprattutto al centro e al sud, comprese le isole, dal livello del mare fino a zone collinari e montane a circa 1200 m di altezza.
Preferisce i campi, gli incolti, i prati e i bordi stradali.

E’ pianta erbacea perenne, con una rosetta basale di foglie, da cui si dipartono al momento della fioritura gli steli (peduncoli) dei fiori, ricoperti da fine peluria, eretti, alti 20-40 cm.
Le foglie basali sono di forma allungata con margini leggermente ondulati e con denti ampi e profondi (pennatosette), lunghe 5-6 cm; quelle che crescono sullo stelo sono più piccole, sessili e avvolgono parzialmente il fusto (amplessicauli), spesso non dentate.
Le infiorescenze a capolino sono una per ciascuno stelo e formate da numerosi fiori ligulati giallo zolfo. Il loro diametro può raggiungere i 60 mm.
 
Nel Parco
E’ presente, ma non comune. Cresce soprattutto nei bordi erbosi delle radure e nelle zone leggermente più fresche.

Periodo di fioritura: marzo-aprile, ma può rifiorire fino ad agosto.