Piante utili all'uomo

Fin dall’antichità, anzi addirittura dalla preistoria, l’uomo ha tratto dalle piante non solo nutrimento, ma anche fibre tessili, coloranti, medicine, oltre che svariate altre sostanze (come per esempio pece, oli essiccativi per vernici, saponi, materiali da costruzione).
Questi usi sono decaduti solo con il consolidarsi e differenziarsi della rivoluzione della chimica e dell’industria nel XIX secolo e in particolare dopo la scoperta del petrolio e dei suoi derivati.
Prima di questo, per tutte le decine di migliaia di anni della storia dell’uomo, erano innanzitutto le piante a fornire tutto ciò che era necessario per la vita.
In Chianti esistono molte piante che sono utili all’uomo, anche se spesso ci si è dimenticati di questo.
Nelle aiole del Parco ne è raccolto un piccolo campionario suddiviso in piante alimentari e aromatiche, piante medicinali, piante utili: per conoscerne le caratteristiche, vi invitiamo a consultare le schede presenti in Galleria.

Raperonzolo

Campanula rapunculus

Cicoria

Cichorium intybus

Erba di San Giovanni

Hypericum perforatum

Spigo

Lavandula latifolia

Rosolaccio

Papaver rhoeas

Salvastrella

Sanguisorba minor

Strigoli

Silene vulgaris

Ginestra di Spagna

Spartium junceum

Barba di becco violetta

Tragopogon porrifolius

Boccione maggiore

Urospermum dalechampii

Camomilla dei tintori

Anthemis tinctoria

Borragine

Borago officinalis