Rosa Pantano


Il podere Pantano, nel Comune di Barberino Val d'Elsa, è un luogo bellissimo, vicino ad un corso d'acqua e con una piccola sorgente. Lungo la vecchia strada che costeggia la casa, il greppo è ricoperto da questa rosa, che ha la particolarità di essere muscosa, ossia ha il picciolo e il calice del fiore ricoperti da una fitta, ispida e robusta peluria verde.
E' stata ritrovata anche in un'altra zona del Comune di Barberino Val d'Elsa, vicino alla chiesa di Tignano e forse identificata sulla strada che porta all'Abetone, in provincia di Pistoia.
Il fiore è di medie dimensioni, da doppio a stradoppio, color cremisi, con un intensissimo e dolce profumo. I fusti sono alti circa 60-100 cm, spinosissimi, le foglie sono rozze, verde scuro, opache e dalla superficie lievemente increspata.
Una possibile identificazione, ancora tutta da verificare, è quella con un ibrido di gallica muschiata, con sangue di damascena, la varietà “Lanei”, creata in Francia da Laffay nel 1846.